normals

Dietro le quinte de “Il regista”: prima parte

Come promesso inizio adesso una serie di articoli che illustreranno, più o meno, come siamo giunti alla realizzazione di questo booktrailer:

La primissima inquadratura potrebbe sembrare a prima vista relativamente semplice: si tratta essenzialmente di un opening shot, che fa anche da establishment.

cametti_29_booktrailer_opening.jpg

È un’inquadratura aerea di una città, di una metropoli, e anche se non viene espressamente citato, si lascia intendere che si tratta di New York, non tanto per la forma dei grattacieli quanto perché la città che non dorme mai è proprio quella che più spesso, nel linguaggio e nel meta linguaggio, viene rappresentata con questo tipo di inquadrature da elicottero.

Non disponendo delle riprese della vera New York, abbiamo pensato di creare da zero la struttura cittadina, facendo uso (naturalmente) del package Metropolitan pack di Video Copilot.

Remote Desktop immagine 29 novembre 2015 22.03.28 CET.png

Chi mi segue sarà sicuramente che ho utilizzato molto spesso, alcune volte anche a sproposito, questo pacchetto, ma dato che volevo iniziare con un’inquadratura notturna ho ben pensato che questi palazzi potessero essere ben rappresentati senza una luce dominante.

normals.jpg

In più, dato che lo stile scelto per questo booktrailer era quello essenzialmente grafico, totalmente contrastato, e con solo due colori, abbiamo fatto di necessità virtù e, in parole povere, di tutti i palazzi abbiamo rende rizzato soltanto il canale della luce, ovverosia quello delle finestre.

CanaleLight.jpg

Questo ha consentito, con grande facilità, di non rappresentare una città vera e propria, ma la sua idea, la sua stilizzazione, attraverso un bianco e nero che mostrasse soltanto i punti di luce diretta.

L’inquadratura si apre, tra l’altro, non proprio con una dissolvenza, ma con un effetto di chiave che consente di mostrare tutte queste finestre inizialmente come se fossero dei piccoli puntini luminosi, lasciando quasi ad intendere che si tratta di chi stelle e non di una città.

luciComeStelle.jpg

Un po’ come se invece di guardare dall’alto verso il basso facessimo l’esatto contrario.

Si tratta di un’inquadratura in cui la prospettiva è quella di avvicinamento, la camera, seppur quasi zenitale, si muove in direzione coerente con lo spettatore, e se ci fate caso questa è l’unica scena in tutto il booktrailer in cui questo accade; ma parleremo del linguaggio di queste carrellate, negli articoli futuri.

Per rendere viva la città ho pensato di aggiungere anche le luci del traffico, per cui ho realizzato alcuni elementi di strada con le luci rosse degli stop (o di posizione) e luci bianche per gli illuminatori.

luciDelleAuto.jpg

Se ci fate caso quei puntini rossi sono l’unica nota di colore di questa inquadratura, e non è un caso che il rosso sia fondamentalmente il colore dominante di questo booktrailer, perché anche il colore del sangue, ma anche del pericolo, della soglia di attenzione.

Si tratta pur sempre di un thriller…

Sempre se ci fate caso quelle luci rosse e bianche si muovono leggermente, tra l’altro nemmeno al unisono, un po’ rappresentare (sebbene a rallentatore) l’impressione del traffico cittadino.

carsLight12 (0-00-03-09).jpg

Non so quanto di questo movimento secondario venga percepito razionalmente, ma, soprattutto insieme ai rumori del traffico, secondo me fornisce un buon sostegno alla narrazione empatica.

Quello che ci dice questa inquadratura, tra l’altro relativamente breve (ma si tratta comunque pur sempre di un trailer) è che ci stiamo avvicinando a qualcosa, stiamo entrando, e il luogo in cui tutto quanto avvenga è una grande città, nell’immaginario collettivo l’isola di Manhattan.

Bene, per questa volta è tutto, a risentirci nei prossimi giorni con nuovi articoli che raccontano i retroscena di questo filmato.

2 pensieri su “Dietro le quinte de “Il regista”: prima parte”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...